LA COLLEZIONE IN VEGEATEXTILE IN MOSTRA AL MUSEO V&A DI LONDRA

Mercoledì 18 Aprile 2018, al Victoria & Albert Museum di Londra, è stata inaugurata la mostra “fashioned from nature” sulla moda sostenibile. Si tratta della prima esibizione del Regno Unito che indaga la stretta relazione tra natura e moda, dal 1600 ad oggi.

 

Tessuti innovativi e tecniche di colorazione all’avanguardia inviteranno i visitatori a riflettere sui materiali impiegati nel settore moda e sulle risorse da cui vengono provengono gli abiti che indossano.

Il curatore della mostra, Edwina Ehrman, ha voluto porre al centro dell’esibizione, oltre alla natura anche il tema della sostenibilità.

 

Un abito elegante color vinaccia in Vegeatextile, un biomateriale realizzato con gli scarti dell’uva, è tra i 300 oggetti esposti alla mostra V&A.

Insieme a pezzi moderni, quali il vestito di Vegea, saranno esposti in mostra oggetti storici, ma anche contemporanei ispirati alla natura, come una borsa Gucci che porta il disegno di un cervo volante.

Saranno inoltre presenti al museo gli abiti-giardino firmati Christian Dior, abiti di Stella McCartney, Ferragamo, Calvin Klein e il vestito realizzato con rifiuti plastici marini appartenente alla linea Conscious Exclusive di H&M.

 

La mostra si tiene in tempi in cui il settore moda sembra essere più attento all’ impatto ambientale generato, c’è infatti un crescente numero di brand che ha iniziato a concentrarsi su temi di sostenibilità.

“Ci si deve dirigere verso obiettivi di trasparenza e tracciabilità” ha affermato Edwina Ehrman. Ma la cosa che conta di più in un abito è che sia “moda buona”.

Ehrman vuole che i visitatori lascino la mostra “riflettendo sui propri abiti, su cosa sono fatti e su che impatto abbiano potuto avere”

Ma aggiunge: “vorrei che la mostra aiutasse i visitatori a non sentirsi scoraggiati, ma al contrario più ottimisti rispetto al futuro”