VEGEA PRESENTA PRESSO GLI UFFICI DI H&M A SHANGHAI IL SUO MODELLO DI BIOECONOMIA

Il 3 Dicembre 2017, presso gli uffici di H&M a Shanghai, Vegea è stata invitata a presentare la sua tecnologia ad un gruppo di investitori, associazioni, brand moda e giornalisti.

Durante la presentazione, Gianpiero Tessitore, Owner di Vegea, ha esposto come la tecnologia adottata dall’azienda sarà in grado di incentivare il passaggio del settore moda ad un modello circolare. “Il passaggio alla bioeconomia dipenderà dall’avanzamento di una serie di processi tecnologici, dall’acquisizione di scoperte in termini di performance tecniche ed efficienza economica e sarà affidata alla disponibilità di biomasse sostenibili”, ha detto Tessitore.

 

Durante l’evento si è discusso delle opportunità che il mercato cinese offre, e di come lo sviluppo di tecnologie sostenibili e il trasferimento tecnologico possa guidare importanti partnership con il mondo industriale cinese.

 

La strategia del gruppo H&M è quella di utilizzare entro il 2030 soltanto materiali sostenibili. Il colosso della moda Svedese vuole promuovere l’innovazione ad ogni stadio della filiera, assicurando così il raggiungimento degli obiettivi sostenibili entro il 2030. Il Brand sta aprendosi a innovazioni come Vegea (vincitrice del primo premio del Global Change Award indetto dalla H&M Foundation), che siano in grado di accelerare il passagio dell’industria della moda ad un modello circolare.

 

La Fondazione H&M appartiene alla famiglia Stefan Persson, fondatori e proprietari di H&M. Dal 2013, la famiglia ha donato 1.1 miliardi SEK (154 milioni USD, 23 milioni EUR).